Ritrovare Se Stessi

10 chili in più!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

10 chili in più fanno la differenza, in ogni caso!

10 chili in più! Titolo strano da dare ad un post su un blog di lifestyle, non vi pare?

2018 58kg – 2017 48kg

Eppure oggi ho deciso di raccontarvi un pezzo di me e per farlo questo titolo è perfetto.

Dovete sapere che io non sono sempre stata così magra, all’età di 14 anni pesavo più di 60 chili ed ero alta 1.50 mt. Un pò in sovrappeso con lo sviluppo e il cambiamento ormonale avvenuto quell’anno il mio corpo è cambiato totalmente ed ho scordato i chili di troppo per ritrovarmi ad essere più alta e più magra. Fu un cambiamento drastico e che si verificò nel giro di pochi mesi. Persi un chilo dopo l’altro anche se continuavo a mangiare come se non ci fosse un domani.

Ho sempre amato mangiare, ho sempre mangiato male e non ho mai fatto una dieta, se non in gravidanza e perchè obbligata!

A 15 anni pesavo 49 chili ed ero alta 1.68 mt qualcosa sicuramente non stava andando bene.

Inizialmente i miei genitori pensarono che fossi anoressica o bulimica considerando quanto mangiavo ogni giorno. Non ero niente di tutto questo dietro alla mia magrezza e continua perdita di peso c’era una malattia. Scoprii infatti di avere la tiroide di Hashimoto combinata con ipertiroidismo, ossia la mia tiroide lavorava molto più del normale e questo vuol dire che bruciavo calorie come non ci fosse un domani.

Il lato positivo? Potevo e posso mangiare quanto voglio senza mai arrivare ad essere sovrappeso. 

Il lato negativo? Tutto il resto.

Ho passato questi 14 anni a sentirmi dire ” Beata te che non ingrassi” ” Ma mangi abbastanza?” ” Dovresti mangiare di più” “Sei troppo magra”. Purtroppo non è qualcosa che io posso controllare. La tiroide influisce su tutto il nostro organismo e quando non funziona come dovrebbe uno dei rimedi più consoni è quello di seguire la terapia medica. Io seguo da 14 anni una terapia medica farmacologica che mi impone ogni mattina di prendere una bella medicina. Ormai è un’abitudine per me eppure nonostante questo ci sono volte in cui dimentico di prenderla. Le terapie farmacologiche però non funzionano mai per sempre. Il nostro corpo si abitua e cambia e quindi ecco che bisogna fare nuovamente gli esami e bisogna nuovamente trovare la terapia giusta.

Quello che nessuno racconta mai è quello che succede quando non hai la terapia giusta, certo mi rendo conto che ci sono malattie molto più gravi e che in parte mi potrei ritenere fortunata a non aver l’ipotiroidismo che invece porta al sovrappeso.

Ma avete idea di cosa comporti avere queste due patologie?

Nei periodi in cui va male i sintomi sono tanti, ve ne elenco qualcuno:

  • perdita di peso costante, in breve tempo. L’ultima volta è successo più di un anno fa sono arrivata a pesare 45 chili in due mesi. Mangiavo? Ovviamente ma non era mai sufficiente.
  • Gonfiore viso e mani, in alcuni casi anche le gambe.
  • Mal di stomaco e vomito. La tiroide influisce anche sul nostro sistema digestivo e c’è stato un bel periodo in cui le uniche cose che riusciva a trattenere il mio corpo erano i liquidi. Il resto niente.
  • Stanchezza e dolori muscoli. Contratture persistenti. Dormire certo, ma è come non farlo ti svegli più stanca di prima. Notti insonni per i dolori muscolari e non c’è crema o impacco di ghiaccio che possa aiutarti.
  • Se tutto questo poi capita, come è successo a me l’ultima volta, in estate è un suicidio uscire di casa.

Quel periodo non riuscivo realmente neanche a stare in piedi e sono stata chiusa in casa per quasi un mese. Tra il caldo e tutti i miei sintomi uscire era veramente drastico. La mia ultima volta è stata qui e ci ho messo ben 8 mesi a trovare la terapia giusta e che oggi mi ha riportato a pesare il mio giusto peso. C’è chi ancora dice che dovrei ingrassare ma prendere questi 10 chili in più è stata una faticaccia. Mi accontento e vado avanti così nella speranza che la terapia duri di più questa volta!

Perchè vi ho raccontato tutto questo?

Perchè molte volte ci fermiamo all’apparenza. Giudichiamo. In quel periodo tutte le persone intorno a me ( non mi riferisco alla mia famiglia che conosce la situazione), amici e conoscenti me ne hanno dette di tutti i colori. C’è chi appunto pensava avessi un disturbo alimentare, chi che mi fossi messa a dieta, chi mi ha detto che facevo la fame perchè volevo fare la top model, chi mi ha detto che ero veramente fortunata ad avere questa patologia, chi addirittura è andato da mio padre a chiedere se mangiassi. E non scorderò mai la sua risposta ” Spenderei meno a comprargli un vestito di Valentino che a farla mangiare!” . Ognuno di noi ha le sue cose, ognuno di noi ha i suoi motivi per essere quello che è, e dovremmo smettere di criticarci a vicenda, pensare più a noi stessi e vivremmo sicuramente tutti meglio!

Mamma e scrittrice per amore e passione. Romana dalla nascita. Amante della moda e dell'arte in ogni sua forma.

Write A Comment