On The Road

Barcellona : la città dei colori

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Siete mai andati nella città dei colori? Io si e me ne sono innamorata perdutamente, per me quella città è Barcellona!

Di città ce ne sono tante belle, ed ogni volta che mi capita di visitare una città c’è sempre qualcosa, un dettaglio, un monumento, un posto che mi ruba il cuore ma nessuna mai mi ha rubato il cuore come Barcellona.

Barcellona per me non è stato solo amore a prima vista è stato amore ad ogni centimetro di strada da quando sono scesa dall’aereo fino a quando ci sono risalita per tornare a Roma, a malincuore.

Per me questa città è la città dei colori, della voglia di vivere, delle risate facili e delle persone buone.

In una settimana di vacanza tra le vie di questo gioiello spagnolo non ho fatto altro che incontrare persone meravigliose. Non parlo solo degli italiani in vacanza che erano praticamente ovunque ma proprio dei spagnoli! Così simili a noi ma con una cultura talmente tanto diversa ed un modo di fare così gioioso che è impossibile non lasciarsi coinvolgere.

Sono stati 7 giorni e 6 notti veramente intense perchè ho voluto godermi questa città fino all’ultimo minuto. La bellezza di questa città non è solamente nelle sue opere d’arte o dell’architettura realizzata da Gaudì, che diciamocelo era un genio, ma nell’insieme degli elementi che troviamo. In ogni angolo di strada c’è qualcosa che ti stupisce e ti lascia senza parola.

La prima cosa che mi colpì di questa città non appena atterrata fu la pulizia estrema.

Nelle strade non c’era un pezzetto di carta o una cicca di sigaretta e sapete perchè?? Ogni 5 passi che facevo c’era un secchio per la piccola immondizia con tanto di posacenere per i fumatori!! Questa città è veramente organizzata a livelli eccezionali dalla pulizia, all’efficienza, dai mezzi pubblici ai taxi che costano pochissimo!

La seconda cosa a colpirmi fu la disponibilità delle persone.

Qualsiasi persona io abbia fermato per la strada a chiedere indicazioni si è fermata mi ha aiutato a trovare ciò che cercavo, alcune di loro hanno scelto volentieri di accompagnarmi direttamente, ma anche nei negozi o nei bar la cordialità qui equivale alla simpatia. Vieni accolta in un ristorante o in una tavola calda a braccia aperte e ti rimpinzano di cibo per pochi euro!

E il cibo?

Il cibo tradizionale è buonissimo, il vino casareccio è possibile trovarlo un pò ovunque nelle taverne che incontriamo tra le strade della città occhio che è bello tosto!! I spagnoli con il vino ci sanno proprio fare, e poi ce lei la tanto amata sangria, niente a che vedere con quella che beviamo qui in Italia la loro sangria, quella originale, è un esplosione di sapori !!

Monumenti?? I migliori che io abbia mai visto!

Ovviamente in tutto questo contesto ci sono poi i grandi monumenti da visitare e le opere di Gaudì sono le principali. E quindi la Sagrada Familia, il Parc Guell, Casa Battlò e via discorrendo tutte tappe rigorosamente da fare. Non è perchè sono i monumenti più importanti che incontriamo nella città ma perchè ci fanno fare un salto in un mondo completamente magico, ricordo che salendo le scale di casa Battlò ero coinvolta dall’euforia come se stessi facendo un viaggio magico! Le forme, i colori, i particolari di queste costruzioni sono davvero un qualcosa di incredibile da vedere con i propri occhi!

Barcellona by Night

La vita notturna è molto simile a quella italiana, nonostante fossi in una città sconosciuta però posso dire di non aver avuto paura neanche un minuto nel girare di notte anche da sola. per le strade c’è sempre qualcuno che vigila.

Se ancora non avete visto questo gioiello spagnolo vi consiglio di farlo al più presto!!



Booking.com

Mamma e scrittrice per amore e passione. Romana dalla nascita. Amante della moda e dell'arte in ogni sua forma.

1 Comment

Write A Comment